Categoria: ultime notizie

Video incidente motonautica morte Paolo Zantelli, 48 anni all’idroscalo di Milano

MILANO, SCONTRO TRA MOTOSCAFI ALL’IDROSCALO:
MORTO IL CAMPIONE ITALIANO ZANTELLI

MILANO — È morto oggi a Milano il pilota campione italiano di Formula 2 di motonautica Paolo Zantelli, 48 anni, vittima di un incidente di gara all’Idroscalo di Segrate. L’incidente è avvenuto subito dopo la partenza del Gran Premio «Città di Milano» valido per il campionato europeo di categoria. Il motoscafo di Zantelli ha toccato un’altra imbarcazione e si è impennato in aria, non completando quello che viene definito un ‘looping’, ovvero un giro a 360 gradi, ma ribaltandosi. L’imbarcazione è quindi atterrata sull’acqua capovolgendosi e il pilota è rimasto sott’acqua, privo di sensi.

L’INCIDENTE La sfortuna ha voluto che dall’imbarcazione si staccasse il cupolino che protegge i piloti. Una volta persi i sensi, probabilmente Zantelli ha anche bevuto acqua. I soccorsi sono stati immediati, con i sub presenti sul campo di gara che hanno subito estratto il corpo del campione italiano da sotto lo scafo. Le sue condizioni, però, sono apparse subito drammatiche. I soccorritori del 118 hanno constatato che l’uomo era in arresto cardiaco e aveva subito lo schiacciamento del torace. Dal Niguarda si è alzato in volo un elicottero dell’elisoccorso che ha prelevato il pilota e lo ha trasportato all’ospedale San Raffaele, dove il pilota è morto in serata. Zantelli era di Colorno, paese della provincia di Parma. Lascia la moglie Milena Clerici (anche lei pilota di motonautica fino a pochi anni fa) e un figlio maschio. Correva in F2 da 17 anni e vantava nel suo curriculum 2 ori, 2 argenti e un bronzo europei. Era considerato in Italia il massimo esperto della categoria (ha collezionato 11 titoli italiani) ed era in corsa anche per il titolo nel Campionato Mondiale di categoria. Non aveva mai avuto incidenti di rilievo in tutta la sua lunga carriera. Assieme al fratello Dino era portacolori della Motonautica Parmense e per allenarsi aveva scelto il fiume Po con sede il porto di Sacca di Colorno. Zantelli era in seconda posizione nel campionato del mondo di motonautica Formula Due e, a inizio mese, si era imposto nel Gran Premio di Gran Bretagna, una delle ultime prove del campionato iridato nelle acque del Water Sport Center di Nottingham. In classifica generale aveva 38 punti ed era alle spalle del campione scandinavo Erik Stark. L’ultima prova del mondiale è in programma in dicembre in Sud Africa a Sasolburg. La due giorni di gara dell’Idroscalo di Milano era molto attesa da Paolo Zantelli che puntava a conquistare il titolo europeo di categoria.

da leggo.it

Scritto da Commenti disabilitati su Video incidente motonautica morte Paolo Zantelli, 48 anni all’idroscalo di Milano Scritto in ultime notizie

Lo spot Mercedes degli studenti della Filmakademie di Ludwigsburg con Hitler

Lo spot Mercedes che non piace a Mercedes
Realizzato da alcuni studenti tedeschi tira in ballo il dittatore più spietato della storia

Ha tutta l’aria di uno spot vero e proprio. In verità, è la tesi di un gruppo di studenti del cinema Che mondo sarebbe se il destino avesse scritto un copione diverso per il dittatore più sanguinario della storia? Siamo in un pittoresco paesino in Austria, Braunau am Inn, verso la fine del 1800, un paese diventato famoso anche perché ha dato i natali a Adolf Hitler. Una grossa berlina metallizzata uscita dalla fabbrica di Stoccarda, entra nel piccolo centro davanti agli occhi meravigliati dei residenti. Quello che a prima vista sembra uno spot Mercedes per pubblicizzare il sistema di frenata automatica, in realtà, non è altro che la tesi di un gruppo di studenti dell’accademia del cinema di Ludwigsburg. Un lavoro che viene celebrato sul Web.
Lo spot Mercedes della Filmakademie di Ludwigsburg

DOMANDE – Guardando la clip di circa un minuto si pensa subito ad un nuovo spot Mercedes che una volta di più mette l’accento sugli avanzati sistemi di sicurezza montati sulle vetture. Infatti, grazie al sistema di prevenzione delle collisioni la macchina riesce a fermarsi in tempo e non investire due ragazzine che giocano in strada. Non si blocca, però, davanti al ragazzino, di nome Adolf, che corre col suo aquilone. Il video piace soprattutto alla blogosfera, un po’ meno a Mercedes. Ecco perché gli studenti Tobias Haase, Jan Mettler e Lydia Lohse hanno dovuto evidenziare nel filmato che non esiste nessuna correlazione con la casa automobilistica tedesca. Il video, tuttavia, è un lavoro degno di nota: il motore romba, la carrozzeria luccica, i dettagli tecnici ed estetici vengono perfettamente sottolineati. Non manca nulla. Nemmeno la sorpresa nel finale. Che fa sorridere, ma anche riflettere: come sarebbe il mondo se le macchine avessero un’anima? Ma soprattutto: dove andremmo a finire se la tecnologia potesse decidere su vita e morte?

Elmar Burchia da corriere.it

Scritto da Commenti disabilitati su Lo spot Mercedes degli studenti della Filmakademie di Ludwigsburg con Hitler Scritto in ultime notizie

Video incidente sidecar Sandor Pohl Assen morto

Mondiale sidecar, un morto a Assen
Svizzero Pohl investito da essere stato sbalzato dall’abitacolo
Lo svizzero Sandor Pohl e’ morto oggi durante una gara del Mondiale di sidecar sul circuito olandese di Assen. Pohl, ‘passeggero’ del compagno di team Thilo Watzk, e’ stato investito da uno dei mezzi partecipanti alla corsa, dopo essere stato sbalzato fuori dal suo abitacolo a causa di un incidente che aveva fatto uscire Watzk e Pohl alla prima curva. La corsa e’ stata immediatamente sospesa, ma successivamente gli organizzatori hanno fatto riprendere le gare.

da Ansa.it

Scritto da Commenti disabilitati su Video incidente sidecar Sandor Pohl Assen morto Scritto in ultime notizie