wttc

Wttc in Argentina Josè Maria Pechito Lopez vince al debutto


pechito-lopez-bmw wttcTermas de Río Hondo – Muller domina, Lopez vince al debutto
Tante emozioni nelle due gare in Argentina sul circuito di Termas De Rio Hondo. Senza grandi sorprese a vincere gara-1 è Yvan Muller che annienta la concorrenza e domina il Gran Premio. Gara-2 invece è vinta da un superbo Josè Maria Lopez, al debutto nella categoria. Buon Tarquini, che ottiene un quarto e un secondo posto.

Spettacolare. E’ l’aggettivo migliore per descrivere il nuovo circuito argentino di Termas De Rio Hondo. Una pista larghissima, molto varia, che permette alle vetture del Mondiale Turismo di sbizzarrirsi il più possibile, alla ricerca di traiettorie differenti e di sorpassi sempre al limite. Così ne vengono fuori due gare molto combattute: la prima vinta dal solito Yvan Muller, che dalle prime prove libere del venerdi, dimostra che lui e la sua Chevrolet Cruze ne hanno di più di tutti su questo tracciato. La seconda gara invece è storica: a vincere è il debuttante di casa Josè Maria “Pechito” Lopez. L’argentino ieri si è qualificato in decima posizione con la sua BMW, così in gara-2, partito in pole, vince in completa solitudine. Ma vediamo nei dettagli cosa è successo in questa domenica.
MULLER IN SOLITARIA – Ci vogliono due giri di formazione prima del via alla gara. Muller parte benissimo e vola via indisturbato. Dietro si scatena la bagarre: Chilton sbaglia e indietreggia al quarto posto, mentre Tarquini al primo giro va lungo alla curva 11 e si ritrova settimo. Michelisz è secondo e rallenta il resto del gruppo composto da Oriola, Chilton e Nykjaer. Al quarto giro il pilota del team RML sorpassa Oriola, mentre dietro Nash tocca Michelisz e Nykjaer penalizzandoli notevolmente. Ne approfitta Tarquini, che si riporta al quarto posto. Ottima gara di Huff e Monteiro che, dal fondo dello schieramento, recuperano fino alla zona punti. Bella gara anche del debuttante Lopez che, partito decimo, supera Nykjaer e si porta al quinto posto. Dopo tante botte, si conclude il gran premio dopo 11 giri. Vince un indisturbato Muller, davanti a Oriola che nel finale di gara riesce ad avere la meglio su Tom Chilton. Buon quarto posto di Tarquini, che finalmente torna a punti dopo due zero consecutivi.
PAZZESCO LOPEZ, VINCE AL DEBUTTO – In gara-2 si invertono i primi 10 della qualifica, ed è il debuttante Lopez a partire davanti a tutti con la sua BMW. Al suo fianco c’è Nykjaer, ma parte male e si fa infilare dalle Honda Civic di Monteiro e Tarquini. Dietro Muller parte allo sbaraglio, e duella con Pepe Oriola. Dopo qualche giro c’è grande battaglia tra Tarquini e Nykjaer, con l’italiano che va lungo in una curva e si fa infilare anche da Nash, mentre Muller continua a scalare la classifica. Sfruttando le diverse bagarre, sua maestà Yvan Muller è già terzo alle spalle di Monteiro, mentre dietro Nash e Nykjaer si toccano, regalando a Tarquini la quarta posizione. Al quinto giro c’è il colpo di scena: in staccata Muller tampona violentemente Monteiro e lo manda fuori strada. La direzione gara non ha dubbi ed infligge un drive through al pilota della Cruze. Ne approfitta Tarquini che si rtrova secondo e Oriola terzo. Finisce così, con l’argentino Lopez che vince al debutto nella categoria.
In classifica mondiale Muller sale a 312 punti, seguito da Nykjaer a 180 e Tarquini a 166. Poi Nash 146, Huff 139, Chilton 130, Oriola 125, Michelisz 111, Coronel 100 e MacDowall 73. Con quattro gare al termine, Muller potrebbe laurearsi campione già dal prossimo appuntamento. Altro mese di stop per il WTCC. si torna in pista la prima di settembre in California.
Eurosport


Porto Yvan Muller e James Nash vincono a Boavista Tarquini sfortuna nera


Yvan Muller chevrolet 2013Porto – Muller vince gara-1, gloria per James Nash
Sono Yvan Muller e James Nash i vincitori sul Circuito de Boavista. In terra portoghese il WTCC dà vita a due gare molto combattute sulle strade cittadine di Oporto. Gara-1 la vince il solito Yvan Muller partito dalla pole position. C’è gloria per James Nash in gara-2, mentre per Tarquini è un weekend completamente da dimenticare.

Il ricco weekend di Motorsport offre anche la 13ma e 14ma gara del Mondiale WTCC 2013. Vincono Muller e Nash, entrambi partiti dalla pole position. Le Chevrolet ne hanno di più e dominano. La Seat, soprattutto di Huff tiene, mentre la Honda di Tarquini abbrustolisce in gara-1, mentre in gara-2 arriva ultimo. Ma passiamo subito ad analizzare entrambe le corse.
ENNESIMA VITTORIA DI MULLER – Pronti via e i due della RML partono senza ostacolarsi, mentre dietro Nykjaer mantiene la terza posizione, Tarquini sale quarto e Michelisz perde posizioni pure su Pepe Oriola passato anche lui alla Chevrolet. I primi quattro scappano e mentre il giovano Oriola arranca. Tarquini è aggressivo su Nykjaer e prova a passarlo ma senza successo. Dietro invece Michelisz picchia contro il muretto del circuito cittadino e si ritira. I primi 5 vanno via a trenino lungo gran parte della gara fino al giro 8, quando dalla Honda Civic di Tarquini inizia ad uscire tantissimo fumo bianco inequivocabile che lo porta al ritiro. Oriola sale quarto, mentre al giro dopo succede la scena da cartoni animati: viene mandato in pista il pick-up per ritirare la vettura di Tarquini ed Engstler la tampona in pieno. Sempre su quel rettilineo Fredy Barth va in testacoda e si ferma in mezzo alla pista. Deve per forza entrare la Safety Car, facendo ricompattare il gruppo. Riparte la gara quando manca solo un giro: vince Muller, alla quinta stagionale, davanti a Chilton e Nykjaer, poi Oriola e Huff.
NASH VINCE IN SOLITARIA – Gara-2 parte con la pole di Nash, secondo Basseng e poi Huff. Muller è decimo al fianco di Chilton nono. Tarquini parte dal fondo dello schieramento, in quanto i meccanici della Honda non sono riusciti naturalmente a mettere a posto la sua vettura nei 15 minuti a disposizione. Michelisz invece non prende nemmeno il via. La gara parte e Huff passa secondo superando Basseng, mentre da dietro Muller, ma soprattutto Pepe Oriola iniziano a recuperare. Il giovane spagnolo si porta sesto, mentre Muller è settimo. Anche Nykjaer risale fino al podio, superando prima Thompson e poi Basseng. Oriola va fortissimo e finisce dietro il norvegese. Finisce così, con la vittoria semplice di Nash, poi Huff e Nykjaer. In classifica Muller ormai ha un vantaggio devastante, il suo più vicino inseguitore è proprio Nykjaer. Il WTCC va in pausa estiva, ci si rivede il 4 agosto in Argentina.
Eurosport


Wttc Porto davanti le Chevrolet Tarquini sesto


wttc honda civic gabriele tarquiniPorto – Dominano Muller e le Chevrolet, 6° Tarquini
Arriva la pole per l’alsaziano del team RML. Yvan Muller partirà domani dalla prima piazzola in gara-1 sul circuito di Oporto. Di fianco a lui il compagno di squadra Tom Chilton staccato di due decimi. Le Chevrolet ne hanno di più su tutti gli altri su questo tracciato. Sesto Grabiele Tarquini con la sua Honda Civic.

Nessuna sorpresa nel WTCC. A Porto sua maestà Yvan Muller si porta a casa la Pole Position nel settimo weekend stagionale. Il francese ottiene il best lap nel primo tentativo della Q2, piazzandosi davanti al compagno di squadra Tom Chilton, staccato di quasi due decimi.
CHEVROLET SUGLI SCUDI – Il dominio della casa americana si estende anche al terzo posto, dove partirà l’ottimo Nykyaer. La prima non Cruze è la Honda di Michelisz, staccato di oltre 6 decimi da Muller. Poi il vuoto.
QUINTA LA LADA, SESTO TARQUINI – La sorpresa della giornata però è senza dubbio James Thompson. L’inglese porta la sua Lada in quinta posizione, ottenendo la miglior qualifica stagionale. Sesto invece Gabriele Tarquini, che precede il Campione del Mondo 2012 Rob Huff, Basseng e Nash. Al decimo posto Tom Coronel, che partirà in pole in Gara-2. L’appuntamento per le gare è per domani, con un calendario alquanto atipico per il tanto motorsport che ci sarà domani. Si parte alle 12.20 con la prima corsa, ben 5 ore dopo ci sarà gara-2

Eurosport


Wttc la Citroen correrà nel 2014 con Sebastien Loeb


sebastian loeb citroen 2013 argentinaCitroen al Mondiale Turismo con Loeb
L’iridato rally: “Non mi aspetto subito delle vittorie, ma sono determinato ad arrivarci”

La Citroen ha confermato che l’anno prossimo correrà nel Mondiale Turismo, dedicando minori attenzioni ai rally. E il pilota di punta della squadra per il WTCC sarà Sebastien Loeb. “Non vedo l’ora di scendere in pista e iniziare i test – ha detto il nove volte iridato – . Ho utilizzato quest’anno per provare nuove esperienze e migliorare il mio livello di guida. Non mi aspetto di ottenere delle vittorie subito, ma sono determinato ad arrivarci”.

“Citroen Racing ha passato gli ultimi mesi guardando all’opportunità di andare avanti con questo programma. Il WTCC si basa si aspetti importanti per noi come un’estesa copertura mediatica, regole che tengono i costi bassi e un calendario globale”, ha spiegato il Ceo di Citroen, Frederic Banzet. “Ovviamente resteremo legati ai rally. La nostra partnership con Abu Dhabi sarà rinforzata, permettendoci di continuare a rimanere nel Wrc con un nuovo sistema e nuovo obiettivi”, ha spiegato direttore di Citroen Racing, Yves Matton.

da sportmediaset.com


Yvan Muller e Michel Nykjaer voncono le due gare di Mosca nel Wttc


nykjaerYvan Muller e Michel Nykjaer sono i due vincitori delle gare in Russia. Il sesto weekend stagionale del mondiale WTCC 2013 vede sua maestà Muller autentico dominatore, con il secondo posto ottenuto anche in gara-2. Male Tarquini, lontano nella prima corsa e sfortunato in gara-2 coinvolto in un incidente.

Non ci sono ormai parole per descriverlo: Yvan Muller è l’autentico mattatore di questa stagione, e il suo strapotere lo dimostra anche quest’oggi in Russia, sul circuito di Mosca. Non sbaglia mai Muller, velocissimo con pista libera e bravissimo ad approfittare degli errori e delle bagarre altrui. Vince gara-1, secondo in gara-2, vinta da un ottimo Nykjaer, alla terza vittoria stagionale. Ma vediamo nei dettagli lo svolgimento delle due competizioni.
PRONTI VIA, BANDIERA ROSSA – Un solo giro effettuato e la gara viene interrotta: un incidente nelle retrovie porta la direzione gara a mettere bandiera rossa.
SEMAFORO VERDE, VINCE MULLER- Si riparte dopo una buona mezz’ora di stop con 10 giri da percorrere. Muller mantiene la testa della corsa con Tom Coronel alle sue spalle. Michelisz supera Rob Huff in partenza, mentre Thompson con la Lada sopravanza Tarquini. Dieci giri poco emozionanti, con il solo Tom Coronel che attacca il leader della corsa, ma senza successo. Per cui il primo a passare sotto la bandiera a scacchi è sua maestà Yvan Muller, che ottiene il quarto successo stagionale. Gabriele Tarquini conclude sesto un’anonima gara, che lo distanzia sempre di più dall’alsaziano sempre più leader della generale.
TANTO SPETTACOLO IN GARA 2- La seconda competizione ci ripaga dello scarso spettacolo in gara-1. A partire in pole c’è Bennani, alle sue spalle Nykjaer. Il norvegese parte male e fa da tappo a tutto il gruppo. Ne approfitta Tarquini, che riesce nelle prime fasi a portarsi subito in terza posizione. Nykjaer inizia a recuperare su Bennani, mentre si crea un bellissimo duello per il terzo gradino del podio, con Tarquini, Thompson, Coronel, Huff e Muller in lotta. Al quinto giro avviene il colpo di scena: sul rettilineo d’arrivo si ritrovano sulla stessa linea Coronel, Tarquini e la Lada di Thompson, ma il pilota della BMW ha uno scatto verso destra e chiude la porta agli altri due. Thompson e Coronel hanno la peggio e si ritirano, mentre Tarquini perde diverse posizioni. Ne approfittano Huff e Muller che si ritrovano terzo e quarto.
MULLER RECUPERA, MA VINCE NYKJAER – Huff e Muller spingono per recuperare i due di testa, mentre Nykjaer sorpassa Bennani al giro 7. Il campione del mondo in carica spinge e sorpassa il marocchino ma va lungo e così Muller ne approfitta e si porta terzo. E’ solo questione di tempo, e l’alsaziano supera Bennani e si porta secondo. Gli ultimi giri vedono un grande duello tra il pilota del Marocco e Rob Huff per il terzo gradino del podio, ma al penultimo giro Bennani sbaglia in accelerazione e va in testacoda. Finisce così, con Nykjaer che conquista il terzo successo stagionale, secondo un Muller che non sbaglia mai, e terzo Rob Huff. Si torna in pista tra 3 settimane per il Gran Premio del Portogallo.

  Fabio PSOROULAS da eurosport


Wttc Mosca 2013 in pole Muller Tarquini è quinto


Yvan Muller chevrolet 2013Moscow Raceway – la pioggia aiuta Muller, 5° Tarquini
Yvan Muller conquista la pole al Moscow Raceway. Il pilota della Cruze stabilisce il miglior tempo nella Q2 qualche secondo prima che uno scroscio d’acqua colpisce il circuito, e mette fine alla qualifica. Alle sue spalle un ottimo Tom Coronel, seguito da Rob Huff. Quinto Gabriele Tarquini.

Ieri siamo stati ottimi profeti, oggi è andata come doveva andare. Sarà Yvan Muller a partire domani dalla piazzola numero uno nel Gran Premio di Mosca, sesto appuntamento stagionale del Mondiale WTCC. L’alsaziano conquista la Pole Position al termine di un Q2 condizionato vivamente dalle condizioni meteo, ma il francese è stato il più lesto ad approfittarne. Vediamo prima però come è andato il Q1.
TARQUINI RISCHIA IL TAGLIO – Tante nubi nel cielo russo, ma la pioggia grazia la prima sessione di qualifica.Ne approfitta Coronel che con la sua BMW stampa il miglior tempo nella Q1, davanti alle Chevrolet di Chilton e di Muller. Ottima la Lada di Thompson quinta, che si ripeterà anche in Q2. Grande spavento per le Honda Civic di Michelisz e Tarquini, a rischio taglio fino a pochi secondi dalla fine, ma riescono a qualificarsi proprio negli ultimi secondi disponibili.
MIGLIOR TEMPO DI MULLER, POI LA PIOGGIA – Come detto è la pioggia la protagonista della Q2, ma lo scroscio d’acqua arriva qualche minuto dopo l’inizio della Q2. Nel poco tempo di asfalto asciutto è Yvan Muller a fare il miglior crono, staccando di solo 80 millesimi Tom Coronel. Terzo il campione del mondo in carica Rob Huff, seguito da Michelisz e Tarquini. Decimo Bennani, che partirà in pole in Gara-2. Appuntamento a domani ore 11:20 per gara-1.
Scritto da Fabio PSOROULAS da eurosport


Back To Top