Ferrari investe 50 miliardi per realizzare i motori di alta gamma di Fiat

Ferrari,50 mln per costruire motori alta gamma a gruppo Fiat
Siglato nuovo patto integrativo

Circa 50 milioni di euro nei prossimi due anni saranno investiti da Ferrari per la realizzazione di motori di alta gamma per il gruppo Fiat, con la costruzione di una nuova linea produttiva. I 50 milioni si inseriscono negli investimenti, nell’ordine del 17 per cento del fatturato, confermati dall’azienda. Inevitabili le ricadute occupazionali: Ferrari preferisce non fare numeri, ma è ipotizzabile l’assunzione di oltre un centinaio di persone.

L’amministratore delegato di Ferrari Amedeo Felisa non ha voluto confermare, ma nemmeno ha smentito, che parte della nuova produzione di motori di alta gamma sarà destinata alla produzione delle Maserati di Grugliasco.

Ferrari ha annunciato oggi la sigla del nuovo contratto integrativo, il primo del nuovo contratto collettivo nazionale dei dipendenti del gruppo Fiat, che mantiene però le specificità della casa di Maranello. Un accordo impostato, spiega Ferrari, “sulla partecipazione” e che per questo prevede anche l’introduzione di un modello partecipativo basato sui meccanismi bilaterali delle commissioni su temi come, per esempio, le pari opportunità e le iniziative per i giovani. Il nuovo integrativo avrà durata triennale fino alla fine del 2014. Per quanto riguarda il premio di competitività viene confermato il meccanismo del ‘gain sharing’, cioé che se l’azienda guadagna anche il singolo dipendente deve guadagnare.

Il meccanismo per Ferrari potrebbe portare, in caso di vendite in linea con gli obiettivi dati, fino ad un premio di 5.000 euro annui, con un ulteriore aumento del 5 per cento per chi non fa mai assenze. Il meccanismo prevede anche una riduzione (fino al massimo del 20 per cento del premio) in caso di assenze prolungate del dipendente. Per tutti però c’é una franchigia di 8 giorni di assenza concessi senza decurtazioni. Nell’ integrativo vengono mantenuti tutti i servizi per i dipendenti per cui ogni anno Ferrari sborsa 4 milioni di euro, tra cui l’assistenza sanitaria, con 12 visite di check up nell’anno, ed estesa anche ai figli; oltre a campi estivi e libri scolastici per i bambini, finanziamenti agevolati per la casa, proiezioni gratuite di film.

L’integrativo non è stato firmato ovviamente da Fiom, che nei giorni scorsi aveva parlato di una trattativa “chiusa frettolosamente prima che il tribunale di Modena emetta la sentenza sul riconoscimento della Fiom-Cgil e della sua rappresentanza attesa in questi giorni”. “E’ da novembre che lavoriamo per fare questo integrativo”, é stata oggi la risposta dell’ad di Ferrari Amedeo Felisa.

da Ansa.it


0 Comments

Leave A Reply





Back To Top