Fiat Gac la Viaggio potrà essere esportata fuori dalla Cina solo dopo il 2015

Fiat Gac: possibile export Fiat Viaggio solo dopo 2014
-”Per ora siamo concentrati sul mercato cinese, piu’ che sufficiente per le 140 mila auto che pensiamo di produrre inizialmente. Poi, diciamo dal 2014, porteremo la capacita’ totale dell’impianto di Changsa a 300 mila unita’ l’anno, e allora potremmo considerare l’esportazione”.

Lo ha affermato alla rivista Quattroruote Jack Cheng, general manager della joint-venture Gac-Fiat, in merito alle possibili esportazioni dalla Cina della nuova Fiat Viaggio prodotta nel nuovo stabilimento cinese. “La Viaggio del resto e’ un prodotto che nasce su una piattaforma Fiat-Chrysler globale e quindi puo’ essere venduta su qualsiasi mercato”, ha aggiunto il dirigente.

La Viaggio e’ una berlina a tre volumi derivata dalla Dodge Dart, modello da poco introdotto negli Stati Uniti e realizzato sulla piattaforma allargata della Giulietta. Secondo Cheng, e’ costruita per il 90% con componentistica di origine locale, anche se in buona parte proveniente dagli stabilimenti in Cina dei grandi fornitori internazionali.

Dal 2014 in Cina sara’ prodotta una variante a due volumi, e proprio questa potrebbe salpare alla volta del mercato europeo. All’ampliamento della capacita’ produttiva dello stabilimento corrispondera’ un allargamento della gamma: “Un modello nuovo all’incirca ogni anno”, secondo Cheng. Prima sara’ la hatchback, cioe’ la due volumi con portellone, e in seguito una possibile crossover, con la sola trazione anteriore e carrozzeria rialzata da terra. A questa potrebbe seguire una vera sport utility dopo il 2015

da borsaitaliana.it


0 Comments

Leave A Reply





Back To Top