Indianapolis Motogp pole per Marquez Dovizioso su Ducati secondo Valentino Rossi quinto


ducati dovizioso indianapolisMotoGp, Indianapolis: Marquez sempre in pole, ma Dovizioso stupisce
Il pilota della Ducati strappa uno spettacolare secondo tempo. Terzo Lorenzo, mentre Rossi – quinto – dimostra di avere un bel passo gara per domani. Bravo anche Iannone, settimo: la MotoGp riparte con qualche sorpresa

INDIANAPOLIS – Il dominio di Marquez? Infinito: anche a Indianapolis, su una pista praticamente nuova per tutti (grazie alle tante modifiche al tracciato), ha imposto la sua legge, gelando i cronometri sul solito tempo record. Per lui è la 17esima pole da quanto corre in MotoGp (appena un anno e mezzo…): “Sono contento – spiega Marc – perché dopo le vacanze è un bel modo di ricominciare”. In realtà anche prima delle vacanze faceva lo stesso, quindi nessuna novità? Non proprio, oggi qualcosa di inedito si è visto.

A partire dal secondo posto, spettacolare di Dovizioso che sta facendo finalmente vivere una seconda giovinezza alla Ducati. Certo, nel giro della morte Andrea si è incollato al codone della Honda di Marquez (e questo l’ha ovviamente favorito), ma il progresso della Ducati è ormai evidente, anche se il discorso vale solo per la moto di Dovizioso perché quella di Crutchlow come al solito ha fatto registrare un “non pervenuto” (misero dodicesimo posto).

“La prima fila aiuta sempre” – spiega infatti Dovizioso “Abbiamo fatto un buon lavoro visto che siamo stati sempre veloci in tutte le condizioni. Ma per la gara la vedo dura perchè dopo tre giri le gomme calano per tutti e per noi con il limite che la moto non gira il problema si amplifica. Ma partire davanti aiuta tanto, vuol dire che stringeremo i denti per 27 giri”.

Fra le sorprese inoltre ci finisce di diritto anche la prestazione di Rossi. E non tanto per il quinto posto a mezzo secondo di distacco da Marquez (e comunque alle spalle della Ducati che lo ha fatto impazzire), quanto per lo straordinario passo gara che ha dimostrato di avere. Rossi, si sa, interpreta le prove sempre a modo suo, privilegiando la ricerca del setting per la gara rispetto alla posizione in griglia: da quello che abbiamo visto in questi giorni di prove Valentino si trova davvero a suo agio sulla nuova pista di Indianapolis, al punto da aver fatto registrare il miglior tempo nelle prime libere. Basterà questo per vederlo domani davanti al fenomeno? Probabilmente no, ma intanto i tifosi sperano.

Per il resto solita bellissima prestazione di Lorenzo (terzo) e di Iannone – settimo – che è riuscito a tenere dietro uno scatenato Pedrosa che come al solito ha preso un bel distacco dal suo funambolico compagno di squadra. Ma questo – si sa – è un altro discorso…

Griglia di partenza
1 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 1’31.619
2 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 1’31.844
3 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 1’31.869
4 Aleix ESPARGARO SPA NGM Forward Racing Forward Yamaha 1’32.113
5 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 1’32.160
6 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 1’32.243
7 Andrea IANNONE ITA Pramac Racing Ducati 1’32.254
8 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 1’32.331
9 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 1’32.343
10 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 1’32.514
11 Scott REDDING GBR GO&FUN Honda Gresini Honda 1’32.714
12 Cal CRUTCHLOW GBR Ducati Team Ducati 1’32.794

di VINCENZO BORGOMEO da repubblica.it

La Polo e L’Elefante diventa uno spot


polo elefanteLa foto dell’elefante che si riposa sulla macchina ha fatto il giro del web. Con conseguenze inaspettate: la Volkswagen ha ripreso l’immagine in una pubblicità della Polo, con lo slogan “Elephant impact protection as standard!” (La protezione dagli impatti provocati dagli elefanti è un nostro standard). La foto era stata scattata nel Pilanesberg National Park in Sudafrica. Il pachiderma si era trovato davanti un’auto ferma con due turisti a bordo e non aveva esitato ad “appoggiarsi” sulla vettura con due turisti (illesi) a bordo

Alfa Romeo: in Olanda a Zandvoort il più grande raduno europeo! 23 24 agosto 2014


OLYMPUS DIGITAL CAMERAAlfa Romeo: in Olanda il più grande raduno europeo!

Dal 23 al 24 agosto si svolgerà in Olanda il più grande raduno di vetture Alfa Romeo d’Europa.

Alfa Romeo 155Dal 23 al 24 agosto si svolgerà in Olanda  il più grande raduno di vetture Alfa Romeo d’Europa. Organizzato, come da tradizione, dal club olandese degli SCARB (Stichting Club Alfa Romeo Bezitters), la manifestazione è ospitata presso il circuito automobilistico di Zandvoort che si trova nelle vicinanze dell’omonima cittadina sulla costa olandese del mare del Nord.

Sarà possibile ammirare vari modelli storici della casa del Biscione tra cui due esemplari speciali  – una prototipo America, l’altra firmata Bertone  –  della Giulietta Spider (1954), affettuosamente chiamata “la signorina” da Giovanni Battista “Pinin” Farina che ne disegnò la linea filante. Comunque la protagonista di eccezione sarà la Alfa Romeo 155 V6 Ti vincitrice all’esordio del Campionato DTM 1993 nelle categorie Costruttori e Piloti con Larini. La 155 V6 Ti monta un propulsore realizzato appositamente per le gare: il basamento è quello del motore V6 di serie da 2,5 litri, con una potenza che raggiunge i 420 CV a 12.000 giri/min (sono valori che si avvicinano a quelli della Formula 1).

La vettura dispone di un’aerodinamica sofisticata, che sfrutta efficacemente il regolamento della serie mentre, per migliorare la distribuzione dei pesi, il sedile del pilota è arretrato di 15 centimetri. Non ultimo, per la prima volta nel campionato DTM, la Alfa Romeo 155 V6 Ti  era dotata di trazione integrale.

Accanto a queste straordinarie vetture del passato ci sarà anche  la nuova  Alfa Romeo 4C.

I numeri di questa sportiva made in Italy sono di tutto rispetto:  da 0 a 100 km/h in soli 4,5 secondi netti, 258 km/h di velocità massima, punte di decelerazioni nell’ordine di 1,2 g e punte di accelerazione laterale superiori a 1,1 g. Tutto questo si ottiene con una distribuzione ottimale dei pesi – il 40% sull’asse anteriore, il 60% su quello posteriore – e un peso totale a secco di soli 895 kg – costituiti per la maggior parte da fibra di carbonio, alluminio, acciaio e SMC – oltre ad uno straordinario rapporto peso/potenza inferiore ai 4 Kg/CV.

Le performance eccellenti sono raggiunte anche grazie all’abbinamento del nuovo 1750 Turbo Benzina da 240 CV con il cambio a doppia frizione a secco ‘Alfa TCT’ di ultima generazione e il selettore Alfa D.N.A. evoluto con l’inedita modalità Race. In particolare, il nuovo ’4 cilindri’ 1750 Turbo Benzina con iniezione diretta a 200 bar e basamento in alluminio raggiunge prestazioni sorprendenti: i valori di coppia e di potenza specifica sono rispettivamente oltre 200 Nm/l e 137 CV/l, mentre la potenza massima è di 240 CV (176 kW) a 6.000 giri.

Per ammirare tutte queste bellezze non ci resta che fare un salto in Olanda dal 23 al 24 presso il circuito automobilisticodi Zandvoort.

Damiano Rulliin da iljournal.it

Volvo V70 Polar 10 mila euro di sconto sul listino nuova


volvo v70 polarContinuano anche ad agosto 2014 le incredibili promozioni Volvo sulla V70 Polar, che prevedono uno sconto di quasi 10.000 euro (9.450, per la precisione) sulla familiare scandinava.

La versione d’accesso alla gamma – la D2 – ufficialmente costerebbe 39.400 euro ma grazie alle offerte della Casa svedese sono sufficienti 29.950 euro per acquistarla.

La Volvo V70 D2 Polar ospita sotto il cofano un motore 1.6 turbodiesel da 115 CV: con questa unità la grande station wagon nordica raggiunge i 190 km/h di velocità massima e accelera da 0 a 100 chilometri orari in 11,9 secondi. I consumi dichiarati? 4,5 l/100 km.

Bmw Serie 2 Active Tourer a 7 posti


Bmw Serie 2 Active Tourer a 7 posti spyAlmeno altri 20 centimetri in più per ospitare i passeggeri della terza fila. Bmw Serie 2 Active Tourer a 7 posti è stata già pizzicata per strada, naturalmente camuffata a dovere. La versione standard misura 4,342 metri di lunghezza, mentre quella a 7 posti potrebbe arrivare anche a 4,60. Il profilo cambia dal secondo montante in poi ed il tetto non “scivola” espressamente per consentire di alloggiare gli ultimi due viaggiatori.

Ancora non sono noti dettagli tecnici, ma appare difficile che allestimenti e gamma motori sia diversa da quella di Active Tourer a cinque posti che monta solo motori Euro 6 ed in posizione trasversale. Per la prima volta tra le compatte premium, Bmw propone uno Head-Up Display. Il sistema proietta tutte le principali informazioni sulla guida a colori nel campo visivo del guidatore.

Alonso vuole una montagna di soldi per rinnovare con la Ferrari 105 milioni per tre anni 2017 2019


alonso monzaF1 Ferrari, dalla Germania: «Alonso batte cassa: 105 milioni per il rinnovo»Secondo la stampa tedesca il pilota della Ferrari avrebbe chiesto una montagna di euro per il rinnovo con la scuderia di Maranello
ROMA – Un rinnovo da 35 milioni di euro l’anno, 105 in totale per il triennio dal 2017 al 2019. Questa, secondo il tabloid tedesco Bild, la richiesta avanzata da Fernando Alonso alla Ferrari per prolungare la sua permanenza a Maranello, dove è arrivato nel 2010. Lo spagnolo, 33 anni, è attualmente legato alla Rossa fino alla stagione 2016, con un ingaggio pari a 18 milioni e quindi, se quanto diffuso dal quotidiano  fosse vero, punterebbe a raddoppiarlo.
La Bild, per fare un confronto, ricorda che quando Michael Schumacher era al top incassava circa 25 milioni di euro a stagione e, per corroborare la sua versione, sottolinea che Alonso si sentirebbe forte perché quest’anno è l’unico ad aver lottato e tenuto a galla una Ferrari in grave crisi. Allo stesso modo, sempre secondo la Bild, a Maranello sarebbero consci che l’asturiano è l’unico pilota attuale considerato in grado di portare avanti il progetto sportivo di rilancio della scuderia.

da corrieredellosport.it

Back To Top